Con il 2018 è arrivato il momento di passare dall’attuale stampante ibrida a una stampante roll-to-roll dedicata?

La vostra stampante ibrida superwide è quasi giunta alla sua capacità massima? Più della metà del volume di stampa complessivo della stampante ibrida proviene da lavori roll-to-roll? Desiderate ampliare il business esplorando nuove aree applicative? Potrebbe essere giunto il momento di pensare a una stampante roll-to-roll dedicata a livello di produzione.

 

Se il volume di stampa totale della vostra stampante ibrida proviene per almeno il 50-60% da lavori roll-to-roll, è infatti consigliabile passare a una stampante roll-to-roll dedicata. Con tempi di commercializzazione ridotti e una capacità più elevata, potrete proporvi per nuovi lavori e gestire con tranquillità commesse sia roll-to-roll sia su supporti rigidi, poiché avrete liberato la vostra attuale stampante ibrida. Inoltre, con il modello di stampante giusto, potreste anche essere in grado di aggiungere nuove funzionalità e produrre stampe per applicazioni con un margine di profitto più elevato.

 

I prossimi passi

Vi piace l’idea di aggiungere una stampante superwide roll-to-roll dedicata, ma vi spaventa addentrarvi in un mondo complesso e affollato alla ricerca della stampante più appropriata per le vostre esigenze? In effetti vi sono molti produttori di stampanti che propongono caratteristiche simili. Le stampanti valide presenti sul mercato sono numerose. Per aiutarvi nella scelta della stampante superwide roll-to-roll più adatta, ecco alcuni suggerimenti iniziali.

 

Suggerimento 1: confrontate sempre le modalità di stampa. Sempre. Le modalità di stampa variano da stampante a stampante. Per poter prendere decisioni ben informate, è importante sapere cosa viene confrontato. Non abbiate timore di condurre i test opportuni!

 

Suggerimento 2: non lasciatevi distrarre dai messaggi promozionali. Nei materiali di marketing e nei discorsi promozionali, si parla spesso di velocità di produzione di stampa “fino a”. Questi si basano spesso sulla modalità di stampa express o bozza, non adatta a molti lavori.

 

Suggerimento 3: quello che conta è il rapporto velocità/qualità. Chiedetevi sempre quale sia la qualità dell’immagine che si aspettano i vostri clienti. Quindi confrontate le velocità delle diverse stampanti per la qualità di stampa desiderata. Ecco due possibili approcci:

  1. Confrontate parametri simili: determinate la qualità dell’immagine che si aspetta il cliente, quindi confrontatela con il risultato ottenuto dalla combinazione migliore di impostazioni di produzione di ciascuna stampante. Corrispondono?
  2. Confrontate il rapporto qualità/valore economico: individuate i livelli di qualità che vi interessano dal punto di vista economico, quindi stabilite se la produttività della stampante per tale livello di qualità sia adatta alla vostra attività.

 

Ricordate anche che non dovrebbe essere necessario scendere a compromessi e accontentarsi di una qualità dell’immagine inferiore a favore di una velocità di produzione maggiore, o viceversa.

 

Scaricate la scheda sulla modalità di stampa di qualità su cui potrete annotare i tempi e la produttività conseguiti per stampare i vostri file di prova sulle stampanti di diversi produttori.

 

Suggerimento 4: inchiostro e tecnologie di essiccazione. La scelta è ampia: LED UV, UV, acquoso, eco-solvente… Cercate la combinazione di inchiostro e sistema di essiccazione che vi consenta di massimizzare le aree applicative offerte, la produttività e i tempi di funzionamento.

 

Suggerimento 5: altri fattori di produttività. Considerate la larghezza di stampa massima. Evitate di lasciarvi vincolare da una determinata larghezza di bobina. Le stampanti più grandi offrono la versatilità di stampare sull’intera larghezza delle bobine e con più bobine alla volta.

 

Suggerimento 6: modalità e capacità di stampa uniche. Cercate una stampante che offra capacità e modalità di stampa speciali che vi permettano di produrre stampe eccezionali per applicazioni ad elevato margine, quali la stampa ad alta densità per applicazioni tessili per retroilluminazione, nonché modalità esclusive per la stampa del bianco e configurazioni di livelli (colore/bianco/colore, colore/bianco/nero/bianco/colore e giorno/notte).

 

Suggerimento 7: riduzione ai minimi termini. Esaminate le funzioni che vi permettono di ridurre al minimo il costo totale di proprietà tramite la riduzione dei costi o una maggiore efficienza dei processi, ad esempio opzioni di gestione dei supporti, design industriale per maggiore affidabilità e possibilità di utilizzo ininterrotto 24/7, nonché servizi di manutenzione, assistenza e formazione.

 

Se desiderate massimizzare prestazioni, efficienza e qualità, date un’occhiata alle stampanti roll-to-roll LED di EFI™: VUTEk® 3r e VUTEk 5r. Scoprirete due delle stampanti più tecnicamente evolute disponibili sul mercato. Guardate questi video e scoprite cosa dice László Baran, CEO di Béflex (Budapest, Ungheria), sulla sua stampante superwide roll-to-roll VUTEk 5r.

Leave a Reply